Il codice di calcolo, realizzato dalla unità operativa di Milano del csdu in collaborazione con ETATEC srl, consente di determinare le onde di piena che si sviluppano in bacini urbani o naturali, per effetto di precipitazioni reali o di progetto. Il codice si basa sui più noti modelli di calcolo di tipo concettuale per la rappresentazione delle piogge di progetto, delle caratteristiche del bacino in termini di trasformazione afflussi-deflussi e della propagazione dell’onda di piena lungo le aste del reticolo idraulico, compresa la simulazione dell’effetto degli invasi di laminazione.

E' disponibile UrbisPro©

Clicca qui per maggiori informazioni e procedere all'acquisto.  

Rispetto alle precedenti versioni (note rispettivamente come URBIS e Urbis2003), UrbisPro© include alcune funzionalità aggiuntive, quali:

« 

curve di possibilità pluviometrica e generazione di differenti tipi di ietogrammi di pioggia

« 

modellazione delle perdite idrologiche di ritenzione superficiale e di infiltrazione con differenti meto-dologie

« 

modellazione della trasformazione afflussi netti - deflussi di piena mediante il modello dell’idrogram-ma unitario istantaneo (IUH) utilizzabile con diffe-renti possibilità di scelta

« 

simulazione delle diverse possibili trasformazioni degli idrogrammi di piena lungo i reticoli idraulici per effetto di confluenze, ripartitori, invasi di lamina-zione, effetti propagatori

« 

scale di portata e di velocità in moto uniforme e in stato critico per sezioni qualsiasi

« 

visualizzazione grafica degli output

« 

compatibilità con Microsoft Excel®

« 

manuale d’uso in linea

UrbisPro© non necessita di installazione sul PC.​

 

HYNET

Il codice di calcolo, realizzato dalla società di ingegneria EHS s.r.l. è costituito da un GIS che opera in ambiente Autocad 2000 e permette di archiviare, anche con un elevato livello di dettaglio, tutte le informazioni relative al bacino urbano e al suo sistema di drenaggio e di eseguire la simulazione dinamica del comportamento quantitativo delle reti e dei manufatti presenti (scaricatori di piena, vasche di accumulo temporaneo, impianti di sollevamento, ecc.) restituendo, nelle sezioni d’interesse, l’andamento nel tempo di portate, velocità e livelli.

Sistema di supporto alle decisioni per la valutazione, il controllo e la riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione idrica


HyNet®SSD PERDITE guida il tecnico nella stima dell’entità delle perdite idriche e nella individuazione degli interventi migliori per il loro contenimento, attraverso l’analisi dei dati disponibili e della loro incertezza, la redazione del bilancio idrico (ex DL 97/99 o procedura AIWA), la messa a punto e la taratura automatica di un modello che simula il comportamento della rete in moto gradualmente vario e in presenza di perdite, l’individuazione dei possibili scenari di intervento e la loro analisi in termini di costi e benefici e di rientro tariffario. Realizzato da EHS s.r.l. in collaborazione con il dipartimento DISTART della facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna e co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna – Assessorato Attività Produttive, Commercio e Turismo sotto PRRIITT Misura 1 – Progetti di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo.

 

IUP

Il codice di calcolo, realizzato dalla unità operativa di Milano del csdu, permette di simulare la formazione dei pollutogrammi e la loro propagazione nel corso d’acqua in moto vario, individuando l’andamento nel tempo delle concentrazioni dei principali inquinanti, quali Solidi Sospesi Totali, COD e BOD.

 

UCSTORM

Il codice di calcolo, realizzato dai responsabile della unità operativa di Cosenza del csdu, consente di sviluppare la verifica e/o il progetto relativamente ai problemi di idrologia in ambito sia urbano che a scala di bacino, mediante l’applicazione dei vari modelli di calcolo di tipo concettuale, in modo distribuito, per la rappresentazione delle piogge di progetto, delle caratteristiche del bacino in termini di trasformazione afflussi-deflussi e per la propagazione dell’onda di piena, compresa la simulazione dell’effetto degli invasi di laminazione e della propagazione in rete mediante lo schema dell’onda cinematica.

 

UPSIM

Il codice di calcolo, realizzato dalla unità operativa di Bologna del csdu, permette di simulare la formazione dei pollutogrammi e la loro propagazione nei collettori fognari fino agli scaricatori, individuando l’andamento nel tempo delle concentrazioni dei principali inquinanti, quali Solidi Sospesi Totali, COD e BOD.

 

Altre esperienze a carattere personale dei soci

Molti altri modelli di calcolo sono stati concepiti e via via sviluppati da varie unità operative del csdu, e un consistente numero di essi fornisce continuamente ulteriori spunti in materia di interscambio scientifico e tecnologico con innumerevoli altri prestigiosi atenei ed enti di ricerca di fama internazionale.
Alcuni di tali modelli sono stati sviluppati per scopi di ricerca scientifica, altri per applicazioni tecnologiche di tipo professionale. In particolare, i campi per cui sono stati specificamente realizzati tali modelli sono, oltre a quelli già citati nei punti precedenti, il moto vario monodimensionale e bidimensionale a superficie libera, i processi di accumulo, dilavamento e trasporto degli inquinanti, il moto bifasico, i fenomeni dissipativi concentrati e il controllo in tempo reale dei sistemi di drenaggio urbano.